Pare che si possa fare. In Venezuela un signore, parlamentare di opposizione, è andato in piazza e si è autoproclamato presidente. In condizioni normali sarebbe intervenuta la neurodeliri, invece molti paesi in giro per ilcontinua a leggere

Ogni libertà costituzionale, in primis quella di stampa, deve essere rispettata e tutelata. I primi a doverla rispettare e tutelare, usandola con onestà intellettuale, dovrebbero essere proprio coloro che scelgono di fare un mestiere nobilissimocontinua a leggere

George Lakoff è un linguista di Berkeley. Così scrive della sua opera “Non pensare all’elefante” il critico David Frati: “Ai suoi studenti del corso di Scienze cognitive e Linguistica all’Università di Berkeley, George Lakoff spessocontinua a leggere

Sono pochi quelli che leggono interamente un testo, moltissimi invece quelli che si limitano a leggere i titoli. E sui titoli, solo su quelli, danno giudizi. Se siete arrivati a leggere fino a qui sappiatecontinua a leggere

Ecco il governo del prof. Giuseppe Conte, il governo che – per sommo volere dei mercati – non vedrà la luce. Evito ulteriori commenti. Presidente del Consiglio: Giuseppe Conte Vicepresidente, Ministro del Lavoro e dellocontinua a leggere

Dunque, ancora la strada sembra incredibilmente lunga, eppure… 1) dopo circa 70 giorni dalle elezioni, a fronte dei sei mesi impiegati dall’infallibile Germania, due forze politiche diverse tra loro si sono accordate su un Contrattocontinua a leggere

Il Presidente Mattarella non vuole leggere le bozze del Contratto di Governo, ma solo il testo definitivo. Giusto. Attendo anch’io con una crescente impazienza di leggere il testo definitivo e mi rifiuto di leggere presunticontinua a leggere

Dare un Governo all’Italia non è mai stato semplice, ma oggi appare un vero e proprio rompicapo. La forte contrapposizione tripolare (per certi aspetti quadripolare) degli ultimi anni rende oggettivamente improbabile qualsiasi ipotesi di alleanzacontinua a leggere

Le settimane di “trattative” dopo le elezioni nazionali mi portano alla mente questa splendida canzone di Pierangelo Bertoli. La politica viene spesso descritta come l’arte del compromesso, una definizione che – in tutta sincerità –continua a leggere