La vicenda della strada d’argine lungo il Tevere a Santa Fiora, che attende da anni una soluzione, testimonia ancora una volta l’assoluta inefficienza delle amministrazioni locali del nostro territorio.
Quanti ricordi della nostra gioventù sono su quelle sponde.
Quanta paura quella notte per la diga di Montedoglio.
Quante promesse fatte dalle autorità, se questo termine si può ancora ritenere attuale.
Quante ne faranno ancora?
I sindaci il presidente della provincia e i rappresentanti della regione NON SONO CAMBIATI in questi anni.
Gli attori di questo squallido teatrino che si consuma sulla nostra valle sono sempre gli stessi e con gli stessi marchi.
Ricordiamoci amici che la diga è sempre sopra la nostra testa e che per loro noi siamo solo un bacino elettorale mansueto.
Dobbiamo far capire loro che ci siamo rotti.

Sul tema della strada d’argine e della sua chiusura la Pro Loco di Santa Fiora ha organizzato venerdì 6 novembre alle ore 21 un incontro pubblico, invitando anche le finora del tutto inadeguate istituzioni locali, in cui ognuno potrà portare proposte. Ci permettiamo di rilanciare l’invito a tutta la popolazione affinché si possa giungere finalmente a una soluzione dell’annosa vicenda.
Meetup Sansepolcro – Valtiberina in Movimento

——————————————————————-
PS: sono particolarmente legato all’argine del Tevere. Il corso del fiume e le sue sponde fino ai laghetti (ex cave) verso il confine con Anghiari sono stati lo scenario della mia tesi di laurea. Già nel 2006 e con maggior forza nel 2011 nel mio programma elettorale (a pagina 8, alla voce “Piano Comunale della Mobilità”) mi impegnai a cercare soluzioni per ovviare alle problematiche della viabilità, legate in particolare al transito dei mezzi pesanti delle ditte di escavazione lungo la strada principale di Santa Fiora, proponendo l’utilizzo in via transitoria della strada d’argine e l’immediata attivazione della realizzazione di una viabilità carrabile alternativa.
Santa fiora pro loco
Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *