Loading...
L'OnestàM5SM5S Anghiari

La Metamorfosi, Anghiari tra sogno e realtà

(Articolo pubblicato su L’Onestà) Anghiari, centro commerciale naturale, chissà se qualcuno ha mai approfondito questo concetto; a me sembra una bella frase non ben compresa da chi l’ha concepita. In verità in questo momento il nostro paese assomiglia più ad un centro commerciale costantemente invaso dalle automobili, che ad un centro storico classificato come “tra i più bei borghi Italia”.
Chiariamo subito qualsiasi fraintendimento;  Anghiari è un bellissimo antico paese, ed è proprio per questo che dal nostro punto di vista non viene adeguatamente valorizzato e mantenuto ai livelli che meriterebbe; aggiungo anche sfruttato, parola poco amata, dal punto di vista turistico.
Si resta davvero basiti di fronte ad un’amministrazione così indifferente di fronte a ciò che invece è molto chiaro a gran parte della popolazione e ai turisti che da noi vengono in visita. Sono i turisti stessi che chiedono ai nostri esercenti, negozianti, ristoratori, albergatori, perché il nostro borgo sia in gran parte costantemente nascosto dalla presenza di autovetture, perché ci siano monumenti chiusi al pubblico, altri perennemente sotto restauro, i fondi chiusi e abbandonati nel centro storico. Poi come si sa ci sono anche immobili costosamente restaurati senza aver prima pensato alla loro destinazione d’uso. E vogliamo ricordare anche i nostri castelli ? In quanti li visitano ? E perché non riscoprire i percorsi della vecchia ferrovia o le antiche vie dell’acqua ?
Criticare è facile, qualcuno dirà, criticare è necessario aggiungiamo noi, specialmente se dalla critica si passa alla proposta, o meglio alla proposta condivisa studiata insieme ai cittadini che vivono ogni giorno la realtà socioeconomica del paese.
Il nostro gruppo ha già iniziato ad incontrare gli abitanti di Anghiari per valutare insieme un’altra idea di paese; vedremo durante i prossimi incontri, che programmeremo nelle varie zone del centro e della periferia, quali idee emergeranno e quale è il sentimento della popolazione. Il tempo delle promesse d’altronde è finito, quel modo di fare politica non ci appartiene, lavoreremo insieme, confrontandoci,  per il bene del paese, per migliorare la qualità della vita di tutti.
In questa direzione, sostenuti già da diverse persone, crediamo che una mobilità sostenibile sia il primo punto da sviluppare ad Anghiari, capace di creare effetti a catena positivi adesso neanche del tutto valutabili:  ambiente urbano più vivibile, preservazione dello stesso, contenimento dei costi e dei consumi, coesione sociale. Temi che dovrebbero fare parte di qualsiasi programma di governo, utili a portare un incremento  del turismo nel nostro territorio tanto ricco di opportunità non ancora capite.
Anghiari non può essere a malapena preservata, ma deve essere trasformata in un gioiellino che tutti vorrebbero possedere. Ne ha le caratteristiche. Ridurre la presenza degli autoveicoli nel centro storico, recuperare gli immobili abbandonati e i fondi ora vuoti, creare o riaprire antichi percorsi ciclabili e pedonabili , farebbe arrivare tanti visitatori in più che, se adeguatamente “seguiti”, rimarrebbero più a lungo nel nostro territorio lasciando ricchezza e rimettendo in moto la nostra economia.
Siamo d’accordo sul fatto che il nostro territorio non sia a vocazione industriale e che vada preservato dalla speculazione edilizia, ma di qualcosa dovrà pur vivere, pena la progressiva fuga dei suoi abitanti.
Nelle prossime settimane entreremo nel dettaglio della nostra idea di Anghiari come vero polo turistico d’eccellenza, collegato in tutte le modalità possibili alle altre altrettanto interessanti località limitrofe.
Anghiari, Centro Commerciale Naturale della Valtiberina.

Laura Presenti, meetup Anghiari5Stelle

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *