Sansepolcro, Comunità dell'Altotevere

AcquaVIVA: fa bene a una città che ne ha già bevute troppe

0 Comments


Appuntamento domani mattina in Piazza torre di Berta e il pomeriggio a Porta Fiorentina con “Acqua VIVA” , la manifestazione di Viva Sansepolcro a favore dell’acqua pubblica, durante la quale i civici di Viva Sansepolcro distribuiranno ai cittadini bottigliette d’acqua della speciale marca “Acqua VIVA”
“Acqua VIVA: l’acqua che fa bene a una città che ne ha gia’ bevute troppe” riporta l’etichetta assieme alle informazioni sul programma per la gestione pubblica dell’acqua.

La provocatoria iniziativa della Lista Civica e’ rivolta ad attirare l’attenzione dei cittadini sul problema dell’acqua pubblica che Viva Sansepolcro ha sollevato sino dal 1998 e che e’ stato poi (tardivamente) cavalcato da altre forze politiche, vedi la moda crescente dei distributori pubblici  di acqua filtrata, ad Anghiari come a Sansepolcro, che testimoniano l’impotenza delle amministrazioni di far uscire acqua  pulita e bevibile dal rubinetto come sarebbe un diritto dei cittadini.

Con la creazione dell’ATO e la gestione privata di Nuove Acque le bollette sono aumentate a dismisura, l’ATO, a presidenza PD, e’ solo un carrozzone che non esercita le funzioni di controllo che dovrebbe espletare nell’interesse anche dei cittadini. Prova ne è che è ricorso al TAR contro la decisione del CO.VI.RI (Comitato di vigilanza delle risorse idriche), che ha dichiarato  non conforme alla legge il sistema di calcolo della tariffa che va a danno dell’utenza. 

Lo stesso Comune lo scorso anno ha versato all’ATO oltre 100.000 euro quale canone per fontane pubbliche (si noti che le sorgenti sono comunali) .

Come ricorda l’Ing. Mirco Giubilei candidato Sindaco di Viva Sansepolcro “offrire acqua ai cittadini serve anche a testimoniare un nostro modo di essere diverso rispetto allo spettacolo della Sansepolcro ‘da bere’ e dei cocktail party che ci offre il carosello delle altre liste”

Lista Civica Viva Sansepolcro

Condividi
Tag:, ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’Italia delle Comunità