Graziotti: la zona industriale e la svolta pericolosa

Sicuramente utile che il cronista faccia notare la pericolosità del transito automobilistico a rischio di gravi incidenti nella “zona industriale di S.Fiora” lato strada statale Senese Aretina,  facendo notare che appaiono sempre più urgenti le alternative all’attuale stato delle cose.

Il cronista però (vds.art. apparso su Il Nuovo Corriere a pag.15 del 9 agosto andante a titolo: “Zona industriale, la svolta selvaggia”) svolge la sua opera a metà poichè avrebbe dovuto ricercare una deliberazione del CC di Sansepolcro che il consigliere Mauro Graziotti ( nella foto) ricorda unitamente ad nuova richiesta, una nuova urgente indicazione dello stesso agli amministratori che ormai sono fuori tempo massimo . e che qui di seguito riportiamo:

Il CC ha approvato con deliberazione n. 74 del 01/07/2009 un piano attuativo di iniziativa privata denominato “I Calabresi” con il quale le ditte interessate si impegnavano ad eseguire, a scomputo oneri di urbanizzazione, la rotatoria tra la Statale senese aretina, la Libbia e l’accesso alla lottizzazione, compreso il collegamento con la strada adiacente alla Buitoni;

Sempre il C. C. ha approvato con deliberazione n. 156 del 22/12/2009 un piano attuativo di iniziativa pubblico – privato nella Z. I. Alto Tevere tra la via Senese Aretina e via Marco Buitoni nella quale si prevede, tra l’altro, il completamento della parallela alla statale dietro il comparto D5 fino allo sbocco con via Marco Buitoni, lavori da eseguire da parte dell’impresa a scomputo oneri di urbanizzazione;

Il completamento della parallela alla senese aretina sopra indicata è a servizio del comparto D5, in fase di completamento, per eliminare il problema dell’accesso agli esercizi commerciali ed alla Buitoni dalla statale, come del resto indicato anche dal Consiglio Comunale in fase di approvazione dei Piani Attuativi;

Infatti la svolta a sinistra degli autoveicoli per l’ingresso alla zona commerciale provenendo da Sansepolcro, costituisce il blocco del traffico già di per sé molto elevato e caotico in alcune ore della giornata, ci sono, inoltre, grosse difficoltà per l’uscita verso Arezzo.

Il Consiglio Comunale aveva approvato i Piani Attuativi sopra indicati, prevedendo l’esecuzione delle opere di urbanizzazione da parte dei privati per accelerarne i tempi di realizzazione ma, visti i ritardi con cui i lavori previsti vengono realizzati, onde evitare il perdurare della situazione di disagio attuale e le lunghe code causate dai veicoli posti al centro strada,

il sottoscritto, in attesa che il comparto sia completamente realizzato,

chiede

  1. Che venga posto il divieto di svolta a sinistra in direzione Sansepolcro – Arezzo da “I Calabresi” fino alla rotonda di Via Buitoni ed in uscita dalla zona commerciale;
  1. 2. La realizzazione, da parte del comune, del collegamento della parallela alla statale fino allo sbocco con via Marco Buitoni per l’uscita dalla zona commerciale in direzione Arezzo.

Ciò non comporta un eccessivo prolungamento del percorso per gli autoveicoli, in quanto a poche decine di metri si trova una rotonda in cui si può invertire la marcia agevolmente, inoltre, non c’è nessun aggravio per le casse comunali in quanto la realizzazione del tratto di strada, di soli ml. 140 ed è di proprietà comunale, rientra nella lottizzazione ed è compresa nelle opere da realizzare con gli oneri di urbanizzazione.

Mauro Graziotti
Capogruppo di Viva Sansepolcro”

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *