Petizione già oltre quota 500

(da Fendente.it) SANSEPOLCRO – Prosegue con successo la petizione popolare contro la cementificazione della collina sopra la città. In circa quindici giorni sono state raccolte oltre 500 firme. L’iniziativa (promossa dalla Lista Civica Viva Sansepolcro con l’adesione di altre forze di opposizione Idv, Rifondazione comunista e Giovani Democratici) chiede di cancellare dallo strumento urbanistico la previsione di edificabilità della collina sopra al Convento dei Cappuccini (intervento strategico n. 11) verso cui sono state già presentate numerose osservazioni da parte sia di gruppi politici, che di altri enti (Regione, Provincia, associazioni, categorie economiche), di  tecnici e di privati cittadini.In difesa della collina si sono levate molte voci anche autorevoli come quella del professor Attilio Brilli (biturgense di origine e ordinario di letteratura anglo-americana all’Università di Siena, uno dei massimi esperti di letteratura di viaggio) che alcuni giorni scriveva “le colline che sovrastano Sansepolcro costituiscono un brandello di paesaggio sul quale si esercita l’immaginario degli amanti di Piero e quindi appartengono al mondo intero. La loro profanazione sarebbe un’offesa alla cultura internazionale, oltre che un rilevante danno d’immagine, morale ed economico per la collettività”.

La raccolta firme proseguirà fino a metà settembre e i gazebo in Piazza Torre di Berta saranno presenti (oltre che martedi e sabato mattina durante il mercato settimanale) anche in altre date che saranno comunicate di volta in volta.

l’articolo del prof. Attilio Brilli da La Nazione

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati