“Bilancio senza progetti”, voto contrario dei civici

Considerazioni del capogruppo di “Viva Sansepolcro”
Dopo un dibattito protrattosi oltre le 2 di questa notte è stato approvato il Bilancio 2010 del comune di Sansepolcro.

L’ultimo bilancio che sarà gestito da questa amministrazione che doveva dare una svolta a questa città, che invece mi vede , mio malgrado, votare contro per i ritardi e la mancanza di scelte dovute ad una eccessiva litigiosità dei componenti la maggioranza, già ieri sera sono state annunciate variazioni al bilancio appena approvato.

Le sofferenze maggiori vengono proprio da quei settori dove le competenze sono state più volte rimbalzate da un assessore all’altro vedi edilizia scolastica ed ambiente.

IL finanziamento regionale di 1.200.000,00 €. per la Collodi, precedentemente dirottato verso la nuova scuola elementare, torna alla Collodi e quindi deve ancora essere affidato l’incarico per la progettazione.

La De Amicis, oltre a dover dare incarico per la progettazione del finanziamento per il completamento dei lavori non è dato sapere l’utilizzo (torna la scuola elementare o si prevedono altri usi).

Il progetto per la nuova scuola elementare viene finanziato con vendita beni, fonte di finanziamento non certa, ad oggi non sappiamo quali beni verranno posti in vendita.

Urbanizzazione Zona Industriale alto Tevere, oltre al finanziamento regionale di 1.600.000,00, per la parte spettante al comune di 900.000,00 €. si prevede di finanziare sempre con vendita beni, ricordo che i beni devono essere posti ancora all’asta e la R. T. ha fatto già una proroga di qualche mese per il ritardo dell’amministrazione, brava nel ricercare i finanziamenti regionali ma carente nel mettere la propria parte per l’appalto dei lavori.

In merito ai Rifiuti Solidi Urbani il neo assessore, ultimo della serie, ha dovuto costatare che ormai siamo in ritardo per trasferire i rifiuti in Umbria, pertanto è inevitabile un aggravio dei costi, rimane inoltre il problema della raccolta differenziata e dell’isola ecologica

La questione SOGEPU della quale siamo soci e che non può più raccogliere i nostri rifiuti, dovremo quindi passare ad altra gestione con tutto quello che ne consegue in termini economici ed occupazionali.

Sono previsti a bilancio 1.800.000,00 di oneri di urbanizzazione per il 2010 quando nel 2009 ne sono stati incassati 457.000,00, è evidente che molti lavori previsti non saranno realizzati, speriamo tra questi non ci siano la nuova scuola elementare e l’urbanizzazione della Z. I., ma se così è significa che il resto delle opere non saranno realizzate.
Non si riscontra nel bilancio un tentativo di rivitalizzazione commerciale ed economica del centro storico.

Di fronte ad una riduzione dei trasferimenti nazionali, che ogni governo che si sussegue accentua, ad un blocco delle tariffe, il bilancio è sempre più blindato e sacrificato.

Lodevole l’impegno maggiore sul sociale e sugli asili, va tenuto in considerazione però che questi ultimi graveranno molto anche sui prossimi bilanci.

Mauro Graziotti
Capogruppo Viva Sansepolcro

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati