Inciucio PD-UDC, Buono si “salva”

Nel consiglio comunale di sabato 14 novembre è stata discussa la mozione di sfiducia al presidente del consiglio comunale, presentata da Viva Sansepolcro, ed ha visto, il voto favorevole dei consiglieri Cascianini Graziotti di Viva Sansepolcro e del consigliere Calchetti di Rifondazione Comunista.
Il voto contrario della maggioranza e, udite, udite, l’astensione del resto dell’opposizione (PD e Segreti).
Un plauso va al gruppo Consiliare che ha presentato la mozione e sostenuto lo scontro, duro con Buono, Udc ed il resto della maggioranza; da stigmatizzare l’indecoroso atteggiamento del resto dell’opposizione (PD e Segreti) che, imbarazzatissima, chiede la sospensione del consiglio e, dopo una riunione con i nostri consiglieri, arriva all’accomodamento di presentare un emendamento alla nostra mozione sostituendo la richiesta di dimissione del presidente del consiglio Gianluca Buono con una censura.
Alla presentazione dell’emendamento c’è stato un attimo di sbandamento nella maggioranza che, evidentemente, si erano trovati di fronte ad un percorso diverso da quello che, palesemente avevano concordato con i nostri “amici” dell’opposizione.
I ripetuti interventi di Buono, da nessuno sconfessati, svelavano inequivocabilmente l’accordo suttobanco con PD e Segreti, arrivando a dichiarare che il documento, poi proposto come emendamento (che ricalcava nel corpo la nostra mozione e perciò riportava anche le nostre firme), era stato predisposto e firmato dai consiglieri del PD e compagnia, per annullare la nostra richiesta.
Devo dire che il dott. Buono ha esternato molto di più, affermando di aver ricevuto la solidarietà di consiglieri e capigruppo dell’opposizione per il “feroce” attacco alla sua persona da parte dei civici; dichiarazioni che non sono state smentite, ne hanno creato il minimo gesto di sdegno o qualsivoglia segno di disagio tra le file degli interessati.
Tutto procedeva come da copione già scritto.

La dichiarazione di voto per PD e Segreti viene manifestata non dal capogruppo Pergentini (che già, nel precedente consiglio comunale, si era espresso con forti parole di condanna nei confronti dell’operato di Buono), ma dal neo consigliere Egildo Magrini che anticipa la loro contrarietà alla mozione di sfiducia.

Il risultato è quello già descritto, (poiché, il dott. Buono, dopo aver preso parola intenzionalmente per dichiarazione di voto ed aver preannunciato voto contrario, faceva marcia indietro astenendosi, dopo che gli era stato fatto rimarcare l’ incongruità di un suo voto contrario ad una mozione che la riguardava), l’emendamento vede la bocciatura per i dieci voti della maggioranza.

Si procede poi alla votazione della mozione e i consiglieri di PD con il consigliere Segreti si astengono dal voto.

La a mozione viene respinta con i dieci voti della maggioranza.

Una brutta storia che marca brutalmente la credibilità di questa opposizione.

Sansepolcro 15 novembre 2009

Ferdinando Mancini
Lista Civica Viva Sansepolcro

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati