Se li conosci li eviti

Il 6-7 giugno saremo chiamati a votare per il rinnovo del consiglio provinciale. Scegliamo con intelligenza di mandare ad Arezzo gente in grado di difendere sopra ogni cosa il bene della nostra terra.

Circa un anno fa l’attuale consigliere provinciale Riccardo Marzi presentò sull’onda delle proteste della cittadinanza altotiberina una mozione sulla difese delle guardie mediche che la Regione Toscana minacciava di tagliare. Al momento della discussione e del voto sulla mozione però Riccardo Marzi e tutto il gruppo di Alleanza Nazionale, evidentemente obbedendo a ordini di segreteria, non si presentò in aula e la mozione naufragò. Le guardie mediche in Valtiberina vennero tagliate, come voleva la Regione.

A Marzi e compagnia vanno inoltre attribuite le spese folli degli ultimi mesi da parte del Comune di Sansepolcro. Dopo l’espulsione dalla giunta della Lista Civica Viva Sansepolcro -scelta dettata da Marzi al sindaco Polcri – il centrodestra di Sansepolcro (PdL, Udc e Lega) non ha avuto più nessun freno. Ricordate gli aumenti delle tariffe sui rifiuti e sui vari servizi? Volete sapere come ha speso il Comune quei soldi in più che avete dovuto pagare?

–         aumento di 3.000 euro del compenso economico del segretario del sindaco

–         circa 23.000 euro per 7 mesi a un “consulente” come il colonnello Minniti, per sopperire all’incapacità del Sindaco Polcri e vicesindaco Mercati nell’affrontare i problemi  sull’ordine pubblico nelle vie del centro storico

–         altri 27.000 euro a un consorzio che organizza…una sagra a fine giugno

Intanto al di là degli annunci di nuove asfaltature dove è finito l’impegno dell’amministrazione per sostenere famiglie e imprese in un momento di grave crisi economica? Dov’è finito l’impegno a difesa di chi ha perso il lavoro e non riesce ad arrivare a fine mese?

Gente del Borgo, è ora di dire BASTA a questi personaggi che fanno politica solo per affermare il proprio potere personale e non hanno alcun interesse al bene comune.

Oggi per la provincia,  votiamo senza i paraocchi delle appartenenze politiche, scegliendo gente che è rispettosa degli impegni assunti con i cittadini, impegnandosi concretamente per la difesa degli interessi di Sansepolcro.

Riccardo Marzi in Provincia?

NO GRAZIE

NOTA: PdL e Lega hanno replicato a questo nostro comunicato con la solita filippica di insulti alla Lista Civica, senza portare neanche stavolta nessun argomento concreto in risposta. Paul Valery diceva che quando non si riesce ad attaccare un ragionamento diventa più facile attaccare il ragionatore…così il centrodestra -colpito nel vero- cerca di contrattaccare colpendo chi dice la verità. Peccato che, non avendo argomenti neanche per attaccare la Lista, si abbandonano al vecchio e triviale gioco dell’insulto…A quel comunicato di insulti tuttavia vogliamo precisare che:

Viva Sansepolcro non ha mai avviato nessuna campagna di odio -come il PdL afferma- nei confronti del centrodestra, ma crede come sempre nei principi e negli atti politici che hanno segnato la storia del movimento civico. Quei principi erano scritti a chiare lettere in un programma di governo che oggi il centrodestra sta apertamente disattendendo, a partire dal rinnegamento si una delle battaglie fondamentali che avevano portato il centrodestra stesso a cercare l’alleanza con la lista civica: la ripubblicizzazione del servizio idrico.

Oggi apprendiamo infatti dal programma della candidata PdL alla provincia e dai manifesti murali di Marzi&compagnia che la battaglia per togliere a Nuove Acque il monopolio sulle nostre acque non è più una priorità del centrodestra di Sansepolcro, ma anzi la gestione può anche rimanere in mano ai privati!

Anche in questo caso non è affatto Viva Sansepolcro ad aver cambiato schieramento né idee, ma casomai è vero il contrario. Alle elezioni provinciali abbiamo suggerito di votare gente fedele alle proprie idee e capace di dimostrare con i fatti la propria coerenza, a costo di perdere poltrone in nome di idee e progetti condivisi con la popolazione in anni di grandi battaglie politiche.

Noi possiamo vantare quella coerenza, il PdL ancora una volta ha dimostrato di non avere la stessa forza.

Condividi

0 thoughts on “Se li conosci li eviti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati