Sansepolcro: SI al coordinamento nazionale degli enti locali per l’acqua pubblica

Nel corso dei lavori del recente consiglio comunale, il parlamentino biturgense ha approvato un ordine del giorno relativo alla partecipazione del comune di Sansepolcro al “Coordinamento nazionale degli enti locali per l’acqua pubblica”.

L’atto è passato a – quasi – totale unanimità: in suo favore si sono infatti espressi i gruppi di maggioranza consiliare, Rifondazione Comunista e l’Ulivo, mentre si è astenuto il consigliere Bruno Graziotti, unico esponente del Pd presente in sala al momento del voto.

L’ordine del giorno in questione comprende l’adozione di conseguenti atti amministrativi. Nello specifico, di “impegnare sindaco e giunta ad intraprendere tutte le azioni utili ad ottenere la ripubblicizzazione del servizio idrico integrato”; di “approvare le iniziative rivolte all’Ato 4 e a Nuove Acque al fine di ottenere la cessazione dell’attuale gestione del servizio idrico con conseguente restituzione di tutti gli impianti ceduti a seguito dell’affidamento del servizio a Nuove Acque”; di “dare mandato a sindaco e giunta di adottare tutte le iniziative tese ad informare, consigliare e rappresentare i cittadini al fine di ottenere i rimborsi per i canoni di depurazione, fognatura e quota fissa”.

Soddisfatto l’assessore ai servizi in concessione di Palazzo delle Laudi, Ferdinando Mancini. “Con l’ordine del giorno approvato in consiglio – commenta Mancini – abbiamo sancito il palese fallimento delle privatizzazioni esasperate e della loro vantata efficacia, efficienza ed economicità. Una lunga battaglia iniziata negli anni scorsi sta per avviarsi al suo epilogo finale e più logico. Colgo l’occasione per informare che mercoledì 11 febbraio prossimo alle ore 21, presso la sede della Comunità Montana, anche attraverso l’ausilio dell’apposito comitato che si è costituito sull’argomento, si terrà un pubblico incontro con il legale per illustrare tutti gli atti relativi all’ottenimento dei rimborsi dovuti agli utenti”.

Ufficio stampa

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Post correlati