Sansepolcro, Comunità dell'Altotevere

IL CONTRATTO DI QUARTIERE

0 Comments


Il Consiglio Comunale del 28 Dicembre scorso ha approvato le controdeduzioni alle osservazioni per la variante urbanistica n. 64 – “Contratto di Quartiere II” e revocato la deliberazione del C.C. n. 134 del 05/09/2005.

 

         Rispetto al progetto originario approvato dalla precedente amministrazione, queste sono le principali novità, conseguenti anche all’aver accolto le osservazioni della Provincia e della Consulta Interprofessionale Valtiberina Toscana:

          L’ex convento di S. Chiara non fa più parte del “Contratto di Quartiere II”;

          L’edilizia residenziale pubblica, che era prevista a S. Chiara, verrà realizzata nell’ex manifattura tabacchi;

          Eliminazione del nuovo edificio scolastico per le elementari, previsto al Campaccio, rimandando al Piano Strutturale la individuazione di un luogo più idoneo;

          Riqualificazione di P.za Gramsci, prevedendo un piano di recupero che permetta la realizzazione di una fascia di rispetto dalle mura in corrispondenza degli ex magazzini;

          Realizzazione di edifici residenziali e Commissariato P.S. alla distanza di non meno di mt. 10 da via Malatesta, distanza doppia rispetto a quella prevista precedentemente;

          Eliminazione della nuova volumetria prevista nel complesso di Villa Giovagnoli.

 

Tutto questo è stato possibile grazie al lavoro svolto da questa amministrazione e all’accordo bonario stipulato con la società Fintecna s.p.a., secondo il quale è stato riconosciuto al comune di Sansepolcro il diritto di proprietà di una parte significativa degli edifici dell’ex manifattura tabacchi, tale da rendere possibile la realizzazione dell’intervento di Edilizia Residenziale Pubblica.

 

Il “Contratto di Quartiere II”, così come ora verrà realizzato, eliminando gli obbrobri della edilizia residenziale pubblica a S. Chiara e del nuovo plesso scolastico al Campaccio, è un grosso contributo alla crescita della nostra città.

 

Grazie all’operato dell’Amministrazione sono state dunque pienamente soddisfatte le richieste dei tantissimi cittadini che nel 2005 hanno sottoscritto le due petizioni popolari promosse da VIVA SANSEPOLCRO su Santa Chiara e Campaccio. Questa per noi è PARTECIPAZIONE POPOLARE!

 

Sansepolcro lì 07/01/2008

                                               Lista Civica Viva Sansepolcro

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

L’Italia delle Comunità